Educash

Blog

Istruzioni per essere dei falliti – Dulcinea del Toboso

Istruzioni per essere dei falliti


In dieci semplici mosse.


Meglio un divorzio dignitoso e lungimirante o una lunghissima ed estenuante relazione dal futuro catastrofico?

Se ti facessero questa domanda a bruciapelo, tu cosa risponderesti?

E se per divorzio si intendesse non da una persona, ma da un’idea, da un progetto, da un’attività imprenditoriale?

Io, senza dubbio risponderei “meglio un divorzio lungimirante”! Divorziare sarebbe prendere atto di una scelta che non ha più futuro. Prima di spiaccicarmi al suolo trascinata da una non scelta che porta a maggiori debiti, più danni a tutte le persone coinvolte e molta confusione. Meglio scegliere un “fallimento” dal quale si riparte con apprendimenti nuovi, che subire una non scelta che porterà comunque ad un “fallimento catastrofico” e dal quale non si apprenderà niente.

Forse anche tu risponderesti così.

Sembrerebbe la risposta più ovvia.

Ma non è la risposta più scontata se guardo a come alcuni medi e piccoli imprenditori, (che anche io ho conosciuto fra parenti, amici e conoscenti), hanno trascinato situazioni senza prendere decisioni nette, che potessero portare ad una fine per un nuovo inizio.

Succede che l’aspetto emotivo e affettivo prenda il sopravvento su lucidità e razionalità.

Chissà perché la parola “fallimento” fa così paura!
Dirsi: questa strada, idea, impresa (o relazione) è sbagliata… è fallita, potrebbe invece essere il primo passo verso un utile cambiamento.
Di fatto, dal punto di vista legale, il “fallimento” è una procedura che ti permette di gestire in modo equo la crisi. Prima si prende atto della situazione, più la crisi è gestibile.

 

Invece molte volte succede che si chiudono gli occhi e si seguono, senza rendersi conto, le

10 regole d’oro del fallimento coatto.

 

LEGGILE…

  1. Resta ancorato alle tue scelte iniziali, senza verificare se sono in linea con i tuoi obiettivi.
  2. Pensa che il “Bilancio” sia solo un atto formale dovuto allo Stato, e non un tuo strumento di verifica del lavoro.
  3. Ascolta solo chi ti dice che va tutto bene.
  4. Evita chi ti muove delle osservazioni o delle critiche.
  5. Considera il fallimento come una sciagura di cui vergognarti e da evitare come la peste.
  6. Evita di farti troppe domande.
  7. Pensa che sei un bravo e onesto ragazzo.
  8. Pensa che è sempre colpa di qualcun altro.
  9. Raccontati che le cose si aggiusteranno da sole, basta resistere un poco.
  10. Tappati le orecchie… e canta (tra poco è venerdì).

 

C’è QUALCHE ATTEGGIAMENTO CHE TI APPARTIENE?

SE Sì…. ACCENDI UNA LAMPADINA

 

 

Dulcinea del Toboso

 

 

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Assistenza SMART

» Clicca sull'icona ed inizia a Chattare con lo SMART Assistance EDUCASH

× EDUCASH SMART Assistence